Servizio P.A.C. (Pacchetto Ambulatoriale Complesso) per follow-up, riabilitazione e prevenzione delle complicanze delle malattie cerebrovascolari - Policlinico Umberto I - Roma

“A.L.I.Ce. Lazio Informa che è attivo il Servizio P.A.C. (Pacchetto Ambulatoriale Complesso) per follow-up, riabilitazione e prevenzione delle complicanze delle malattie cerebrovascolari (P438) presso il Day Hospital-Day Servive del Dipartimento di Neurologia e Psichiatria Policlinico UMBERTO 1- Università “Sapienza” di Roma, sito in Viale dell’UNIVERSITA’, 30 – 3° PIANO

               

Il Servizio P.A.C. è un servizio sanitario previsto dalla Regione Lazio per prevenire e contrastare le gravi conseguenze che derivano ai pazienti colpiti da ictus (clicca sul link) cerebrale o TIA, e di prevenire nuovi eventi. Solitamente il paziente, una volta concluso il “percorso di ricovero” in ospedale e/o in riabilitazione, viene inviato a casa e preso in carico dalla Asl, senza alcun collegamento diretto con gli specialisti che operano presso le strutture ospedaliere.

Questo servizio P.A.C. rappresenta una modalità organizzativa utile per completare l’iter diagnostico e terapeutico iniziato in ospedale. In altre parole il P.A.C. è stato pensato per capire quale possa essere stata la causa (o le cause) dell’ictus stesso e a prescrivere le terapie più adeguate per prevenirne la nuova occorrenza, evitando così di prolungare inutilmente la degenza in ospedale solo in attesa di completare gli accertamenti.

Il P.A.C. è dedicato anche ai pazienti con esiti di ictus che abbiano bisogno di riabilitazione (motoria, del linguaggio o cognitiva) ambulatorialmente, o che abbiano bisogno di curare la spasticità (clicca sul link)  conseguente all’ictus anche mediante l’infiltrazione di tossina botulinica. Questa terapia viene effettuata solo in ospedale da specialisti esperti  ed è stata riconosciuta essere molto utile a superare l’aumento del tono muscolare che non consente l’esecuzione del movimento ed ostacola gli esercizi di riabilitazione.

Per i pazienti con ictus o TIA (1)  ed apnee nel sonno OSA (2)  (una patologia frequente riconosciuta come fattore di rischio per l’ictus e il TIA), oppure per le persone con ictus o TIA che soffrono di disturbi del sonno (come l’insonnia o i risvegli frequenti), il P.A.C. consente infine la possibilità di eseguire uno studio completo del respiro durante il sonno e del sonno stesso, e di offrire le terapie più indicate al caso.

 

Come è organizzato il PAC.

Le prestazioni vengono effettuate presso il Day Service del Dipartimento di Neurologia e Psichiatria del Policlinico Umberto I, sito in Viale dell’Università n. 30, al 3° piano  (vedi il link : www.policlinicoumberto1.it

Le tappe principali del PAC sono: 

·         Richiesta di apertura PAC (clicca sul link) : può essere effettuata dal MMG (medico di base) o da un medico specialista (neurologo o altro), prenotando una visita specialistica per apertura PAC (l'appuntamento si può prendere chiamando il n. 0649978784).

·         Visita di valutazione: lo specialista responsabile della gestione del PAC accoglie la richiesta di apertura PAC, inserendo eventuali ulteriori accertamenti ritenuti necessari.

·         Apertura PAC: vengono programmate le visite, gli esami di laboratorio e gli esami strumentali necessari alla diagnosi, all’inquadramento clinico ed alla terapia.

·         Chiusura PAC: ritiro dei referti e della relazione di chiusura PAC.

Il costo del P.A.C. è di circa 46 euro per i pazienti “non esenti”, mentre è totalmente gratuito per le persone che hanno diritto all’esenzione. Il pagamento va effettuato all’apertura del P.A.C.   

(Consulta anche l’archivio – A.L.I.Ce LAZIO sulla conferenza della Tavola Rotonda su “Ictus: Contenere il carico assistenziale  - Aspetti organizzativi ed economici relativi al Pacchetto Ambulatoriale”)

http://www.regione.lazio.it/binary/rl_sanita/tbl_normativa/Decr_U00155_19_05_14_Criteri_per_l_erogazione_PAC.pdf

Note:

(1) TIA : attacco ischemico transitorio o TIA, (transient ischemic attack) è causato da un disturbo temporaneo di irrorazione sanguigna ad una parte limitata del cervello, ed era per definizione, fino a pochi anni fa, descritto da: sintomi neurologici transitori, di durata inferiore alle 24 ore, ad insorgenza improvvisa. Numerosi studi hanno dimostrato che la maggior parte dei TIA dura meno di 60 minuti, pertanto, recentemente è stata formulata una nuova definizione di TIA, che viene definito come: un deficit neurologico di breve durata, dovuto a un'ischemia focale cerebrale, che regredisce solitamente in meno di 1 ora e senza evidenza di un danno cerebrale permanente

(2) OSA: La sindrome dell’apnea ostruttiva del sonno (OSAS) è definita come una interruzione del flusso respiratorio della durata di almeno 10 secondi a causa della transitoria ostruzione delle vie aeree superiori (vestibolo nasale, nasofaringe, orofaringe, ipofaringe), in presenza di uno sforzo ventilatorio toracico ed addominale mantenuto per tutta la durata dell’episodio. Per ipopnea si intende invece una transitoria riduzione del flusso respiratorio tale da causare una significativa ipossiemia .Oltre alle frequenti cefalee mattutine, ai disturbi del tono dell’umore ed ai deficit cognitivi, caratterizzati essenzialmente da deficit di memoria, è stato ormai dimostrato che la sindrome delle apnee notturne rappresenta un fattore di rischio in- dipendente di ictus cerebrale.Diversi studi hanno evidenziato che un elevato numero di pazienti con storia recente di ictus o attacco ischemico transitorio può presentare episodi di OSA Le varie ricerche riportate in letteratura sono sempre concordi nel dimostrare che le OSA sono significativamente più frequenti nei pazienti affetti da patologie cerebrovascolari rispetto a soggetti di controllo della stessa età e con fattori di rischio vascolare comparabili, indicando una prevalenza del disturbo tra il 62% e l’80%. In alcuni studi, è stato anche suggerito che la presenza di OSA possa avere un impatto negativo sulla prognosi funzionale a breve termine. Il documento La Sindrome delle Apnee Ostruttive nel sonno (OSAS)", approvato in conferenza Stato Regioni il 12 maggio 2016, è stato elaborato tenendo presenti le linee guida e le raccomandazioni nazionali e internazionali ad oggi disponibili, nonché le competenze delle Regioni in materia di organizzazione dei servizi, la diversità e variabilità degli assetti regionali (http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?id=106&area=Malattie_dell_apparato_respiratorio)

 

Storico Lazio

Screening fattori di rischio: Progetto “UNA CORSA CONTRO L’ICTUS” 27 ottobre 2019 – Terme Di Caracalla Ore 09,30 -17,00

A.L.I.Ce. Lazio Onlus sarà attivamente coinvolta nello screening dei fattori di rischio con i suoi volontari nel     Progetto “UNA CORSA CONTRO L’ICTUS” 27 ottobre 2019 – Terme Di Caracalla Ore 09,30 -17,00  Organizzato da: Università di Roma Tor Vergata - Fondazione Policlinico Tor Vergata Centro Universitario Sportivo di Roma Tor...

SI CONCLUDE A ROMA “RIPRENDITI LA VITA”, LA CAMPAGNA INFORMATIVA SU ICTUS CEREBRALE E FIBRILLAZIONE ATRIALE

“Sabato 27 ottobre, dalle 10 alle 18, presso il Poliambulatorio Casagit in Piazza Apollodoro 1 si conclude a Roma la terza edizione di “Riprenditi la vita”, la campagna informativa sulla Fibrillazione Atriale (FA), organizzata da A.L.I.Ce. Italia Onlus, Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale. Obiettivo della campagna è quello di estendere il messaggio di...

Donazioni volontarie per ALICE LAZIO ON LUS (lauree,battesimi, cresime, matrimoni, ecc. )

Donazioni volontarie per ALICE LAZIO ON LUS (lauree, battesimi, cresime, matrimoni, ecc. )   Per chi volesse dare un aiuto per ALICE LAZIO ON LUS è possibile fare una donazione libera sul conto corrente  : IBAN IT27 D033 5901 6001 0000 0118 236 oppure dare un contributo libero al posto di bomboniere in presenza di eventi di Lauree, Battesimi, Cresime, Matrimoni,...

A.L.I.CE. LAZIO ONLUS E BIOLAB INSIEME PER LA PREVENZIONE DELL’ICTUS CEREBRALE

Domenica 9 dicembre presso l’ambulatorio Biolab in Via Igea, 12 screening gratuiti di pressione arteriosa e glicemia Domenica 9 dicembre, dalle 9.30 alle 13, presso l’Ambulatorio di analisi Biolab in Via Igea, 12 sarà possibile usufruire gratuitamente di uno screening neurovascolare, realizzato con il prezioso supporto di Neurologi e personale infermieristico locali, oltre...

5 X 1000: codice 97216250585:

Se volete aiutarci, potete devolvere il 5 X 1000 ad A.L.I.Ce. Lazio onlus (Associazione ONLUS), inserendo nell'apposito spazio la dichiarazione dei redditi, apponendo la firma nel riquadro che figura sui modelli di dichiarazione (CUD, 730, UNICO persone  fisiche. Per sostenere ALICE Lazio si dovrà inserire il 97216250585

Copyright © Lazio. All Rights Reserved | cms engineering Estar group